Cinema e Caffè: il gusto nell’arte

A pochi giorni dalla notte degli Oscar® il cinema è al centro dell’attenzione mondiale. Giudizi ai film, alle performance e ai look delle star fanno sì che la settima arte sia in cima ai discorsi di tutti, dai talk show ai discorsi tra amici al bar.

 Il Caffè nel Cinema.

Il cinema nasce alla fine del 19° secolo Da quel momento la presenza del caffè nei film – e telefilm – è indispensabile.
Per quale motivo? La rappresentazione della vita quotidiana, dei vizi e virtù dei personaggi non può escludere la bevanda per eccellenza che scandisce vita e momenti di milioni di persone al mondo. Un rito, una tradizione, modalità diverse di preparazione, tazze e bicchieri diversi ma l’essenza è sempre la stessa: il piacere di assaporare il gusto intenso che solo il caffè può dare.

Film in cui si sono scene con il caffè.

Tra i tantissimi film in cui il caffè appare ne abbiamo scelti alcuni da condividere con voi.

Coffee and cigarettes

cinema e caffè

Diretto da Jim Jarmusch.
Inquadrature fisse in bianco e nero, 11 cortometraggi e diverse storie che girano intorno al tema del caffè.
Tra i protagonisti: Roberto Benigni, Iggy Pop, Tom Waits, Jack White e molti altri.

No grazie, il caffè mi rende nervoso

cinema e caffè

Diretto da Lodovico Gasparini.
Commedia Horror ambientata a Napoli dove il caffè è un vero e proprio culto, al punto tale da essere utilizzato per il titolo.
Protagonisti: Massimo Troisi e Lello Arena

Colazione da Tiffany

cinema e caffè

Diretto da Blake Edwards.
Film basato sull’omonimo romanzo di Truman Capote ed interpretato dalla bravissima Audrey Hepburn che in una delle scene più famose del film fissa una vetrina con un dolce e una tazza di caffè caldo.

Twin Peaks

cinema e caffè

Telefilm diretto da David Lynch.
In una cittadina viene trovato il cadavere di una giovane ragazza ed ecco che arriva in città l’agente Dale Cooper – interpretato da Kyle MacLachlan – un vero cultore del caffè.

 

Kyle MacLachlan torna a Twin Peaks con l’immancabile tazza di caffè

Cooper is back! Dopo mesi di indiscrezioni è ufficiale: Kyle MacLachlan e la sua tazza di caffè torneranno a vestire i panni dell’agente speciale Dale Cooper nella già annunciata nuova stagione (la terza ed ultima) di Twin Peaks. In occasione dei 25 anni della serie televisiva che ha segnato un’epoca e un’intera generazione di spettatori, il duo Lynch/Frost ha deciso di realizzare una miniserie di 9 puntate che sarà trasmessa sul network televisivo statunitense Showtime. I lavori cominceranno già quest’anno, mentre il debutto è previsto nel 2016, data che segna i 25 anni esatti dalla trasmissione dell’ultimo episodio della serie e mantiene intatta la promessa fatta dalla sfortunata Laura Palmer: “Ci rivedremo tra 25 anni”. Al recente appuntamento con i Television Critics Association l’attore è salito a sorpresa sul palco, prendendo un “tazza di caffè dannatamente buona” (la frase tormentone del suo personaggio nella serie) dal presidente del network David Nevins e confermando così la sua presenza nel cast. Quello tanto amato dall’agente Cooper, però, non è il nostro rinomato espresso, bensì il cosiddetto “caffè filtro”, una bevanda aromatica e ricca di gusto, consumata particolarmente negli Stati Uniti e in Nord Europa. La percolazione, ovvero il passaggio lento di un liquido attraverso un solido filtrante, venne perfezionata in Germania agli inizi del ’900. La macinatura deve essere media, e questo perché quando è troppo grossa il caffè presenta, infatti, un gusto debole, mentre quando è troppo fine il gusto è amaro. Inoltre, per un buon risultato, in tazza il caffè andrebbe gustato entro poche ore dalla preparazione. Tornando al nostro Kyle MacLachlan e all’atteso ritorno di Twin Peaks, si conoscono pochi dettagli al momento: le uniche cose certe sono che la terza stagione della miniserie sarà ambientata ai giorni nostri, oltre 20 anni dopo gli eventi raccontati nelle prime due stagioni, e continuerà la storia raccontata nelle precedenti puntate. Lynch e Frost daranno una risposta a tutti gli interrogativi lasciati in sospeso, offrendo alla serie un giusto finale (molti non lo sanno, ma l’ultima puntata della seconda serie non ha mai rappresentato per i due una conclusione effettiva, una terza stagione era prevista ma non è mai stata realizzata a causa di un brusco calo degli spettatori, che ha comportato la cancellazione dello show). Caffè Pompei vi suggerisce di preparare le caffettiere: ci aspettano lunghe notti insonni in compagnia dei nuovi misteri di Twin Peaks!