News

'>Bambini e Caffè Qual'è l'età giusta per iniziare a berlo?

Quasi ogni adulto italiano inizia la giornata assumendo una dose di caffè, sia essa diluita in un cappuccino, in un latte freddo o versata direttamente in tazzina.
Ma che età i bambini possono iniziare a bere caffè senza avere controindicazioni?
Gli studi di esperti e nutrizionisti insegnano che nei bambini fino a 6 anni è consigliato non assumere bevande a base di caffeina, in quanto gli eccitanti potrebbero inficiare il riposo, causare dolori addominali e contribuire al manifestarsi di tachicardia.
La dose di caffeina che può essere assunta dai bambini dai 6 ai 12 anni è da 0 a 45 mg al giorno ed è importante ricordare che:

  • una tazzina contiene circa 85 mg di caffeina
  • la caffeina è presente in molte bevande come tè e Energy drink
  • la caffeina è presente in molti alimenti come caramelle e merendine

Altro punto importante: se si vuole macchiare il latte del bambino con un po’ di caffè per aiutarlo ad avere la giusta energia per affrontare la giornata e per essere più attento durante le ore a scuola, è fondamentale eliminare altre sostanze eccitanti che possono essere presenti in alimenti e bevande che vengono ingeriti nell’arco della giornata; per essere sicuri di non assumerne è buona norma leggere le etichette di dolci, caramelle, merendine e bevande varie.
Solitamente in fascia preadolescenziale, così come in adolescenza, il caffè viene assunto per aumentare la capacità di attenzione e per essere più attivi nello studio e durante tutto l’arco della giornata, ma bisogna comunque tenre presente le controindicazioni di cui sopra, le quali, in caso di eccessive dosi di caffeina, possono apparire anche negli adulti.
E’ importante ricordare che il caffè decaffeinato è pericoloso per la salute del bambino, si possono consigliare delle bevande alternative all’espresso come l’orzo, il ginseng e il tè (solo per bambini sopra i 12 anni).