Articoli

espresso

La moka delle nostre nonne…..Il Caffè della tradizione…

“Ti va un caffè?”

moka

Chi di voi non si è mai ritrovato a chiedere una cosa simile?! Non importa che sia tu o qualcun’altro a fare la domanda , l’importante è la moka ed il caffè che andrai a fare/bere: deve essere buono! Facendo un piccolo sondaggio, è uscito fuori che molte persone non sanno esattamente come usare la moka, o meglio, non riescono a fare un buon caffè utilizzando la tanto amata “macchinetta”. Da qui nasce l’idea di scrivere dei consigli su come usare al meglio la caffettiera di casa; spesso bastano davvero delle piccole attenzioni per ottenere un caffè corposo e ricco di aromi che sia addirittura migliore di quello servito al bar. Sebbene ogni moka presenti un design personalizzato e particolare, le regole d’oro per un ottimo caffè restano comunque le stesse. Fondamentale, come tutti sappiamo, quando si fa un caffè, è il caffè stesso! La qualità prima di tutto: quindi acquistate una buona miscela, consiglio quella “Espresso” Caffè Pompeii. Senza una materia prima di qualità, tutti i passaggi successivi diventerebbero inutili. Altra cosa importante, che non tutti tengono in considerazione è l’acqua, eh si, deve essere esattamente pari alla miscela utilizzata e soprattutto deve essere necessariamente fredda. Dopodiché, un secondo errore comune alla maggioranza delle persone è: schiacciare la miscela con il cucchiaino. è quasi un sacrilegio per i veri intenditori! La miscela, infatti, non deve assolutamente essere schiacciata ed anche se lo si vede fare nei bar, ricordatevi che la moka di casa ha un tipo di meccanismo diverso. Perciò riempite abbondantemente il filtro di caffè macinato ma non pressatelo mai. Ora siete pronti per mettere la moka sul fornello, il segreto è tenere il fuoco basso perché la bevanda deve venir su lentamente. Non appena la moka comincia a gorgogliare, alzate il coperchio per evitare che la condensa ricada nel bricco e togliete subito il caffè dal fuoco, al fine di estrarne solo le parti più gustose. Per finire, la parte più bella: regola fondamentale è sedersi gustando in pace la vostra tazzina di caffè. Se, invece, avete poco tempo e preferite il sapore dell’espresso, ricordate che con le nuove macchine basta una cialda per concedersi un caffè perfetto!

 

La Torta al Caffè Pompeii – calda e deliziosa

Torta al Caffè Pompeii

Questa ricetta della torta al gusto caffè è molto semplice e vi renderà felici di averla preparata (saranno felici anche gli altri fortunati assaggiatori!). È il dolce perfetto da cuocere in un pomeriggio pigro quando non si ha nessun posto dove andare e ci si vuole coccolare un po’.

Ingredienti:

– 6 uova

– 200 g di zucchero

– 150 g di farina

– 1 bustina di vanillina

– 10 cucchiai di Caffè Pompeii ristretto

Per decorare:

– chicchi di cioccolato al caffè

– codette di cioccolato fondente

Procedimento:

Separate gli albumi dai tuorli e lavorate questi ultimi con le fruste elettriche aggiungendo 4 cucchiai di acqua bollente.

Quando saranno diventati ben spumosi aggiungete poco per volta lo zucchero e continuate a montare finchè il composto risulterà chiarissimo. A questo punto aggiungete poco per volta i 10 cucchiai di caffè e continuate a montare. A questo punto unite la farina e la vanillina e setacciateli poco per volta sul composto di tuorli e amalgamatele con una frusta manuale.

A parte montate a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale e incorporateli al composto poco per volta, lavorando delicatamente dall’alto verso il basso con la frusta manuale. Imburrate e infarinate una tortiera di 26 cm e infornate a 170° per 30-35 minuti (fate sempre la prova stecchino), dopodiché tenete la torta ancora nel forno leggermente aperto ancora per una decina di minuti prima di sfornarlo.

Cupcake al caffè: la ricetta golosa

I cupcake al caffè sono una ricetta golosa e facile da preparare. Soffici e leggeri, piccoli e monoporzione, accontentano sempre tutti a tavola – dalla colazione alla cena – ogni volta che si ha voglia di qualcosa di dolce. Il caffè è una bevanda – e la conosciamo principalmente per questa ragione – ma il suo sapore consente di utilizzarlo in cucina per preparare deliziose ricette.


cupacakecaffe

Ecco la ricetta dei nostri cupcake preparati con il Caffè Pompeii:


Ingredienti per 12 cupcake:

  • 200 g di farina
  • 150 g di zucchero
  • 75 ml di latte
  • 100 ml di caffè ristretto
  • 80 g di burro
  • 1 uovo
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 16 g di lievito per dolci
  • 1 pizzico di saleIn una ciotola mettete farina, zucchero e lievito e mescolate per bene. Ora inserite l’uovo, il burro fuso, un pizzico di sale, il caffè e il latte e mescolate nuovamente il tutto con una frusta. Imburrate gli stampini per cupcake e insierite il contenuto nei 3/4 dello stampino e cuocete i cupcake in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti. Lasciare raffreddare e decorate con la crema al burro e caffè che qui sotto vi spieghiamo come fare.

    Per Decorare i cupcake

    Ingredienti per la crema al burro e caffè:

  • 250 gr di burro
  • 500 gr di zucchero a velo
  • 3 cucchiai di caffè fredd0

Amalgamate il burro a temperatura ambiente con lo zucchero a velo e quando il composto sarà uniforme aggiungere il caffè. Mettere il tutto in un sac à poche per decorare i cupcake.

Cinema e Caffè: il gusto nell’arte

A pochi giorni dalla notte degli Oscar® il cinema è al centro dell’attenzione mondiale. Giudizi ai film, alle performance e ai look delle star fanno sì che la settima arte sia in cima ai discorsi di tutti, dai talk show ai discorsi tra amici al bar.

 Il Caffè nel Cinema.

Il cinema nasce alla fine del 19° secolo Da quel momento la presenza del caffè nei film – e telefilm – è indispensabile.
Per quale motivo? La rappresentazione della vita quotidiana, dei vizi e virtù dei personaggi non può escludere la bevanda per eccellenza che scandisce vita e momenti di milioni di persone al mondo. Un rito, una tradizione, modalità diverse di preparazione, tazze e bicchieri diversi ma l’essenza è sempre la stessa: il piacere di assaporare il gusto intenso che solo il caffè può dare.

Film in cui si sono scene con il caffè.

Tra i tantissimi film in cui il caffè appare ne abbiamo scelti alcuni da condividere con voi.

Coffee and cigarettes

cinema e caffè

Diretto da Jim Jarmusch.
Inquadrature fisse in bianco e nero, 11 cortometraggi e diverse storie che girano intorno al tema del caffè.
Tra i protagonisti: Roberto Benigni, Iggy Pop, Tom Waits, Jack White e molti altri.

No grazie, il caffè mi rende nervoso

cinema e caffè

Diretto da Lodovico Gasparini.
Commedia Horror ambientata a Napoli dove il caffè è un vero e proprio culto, al punto tale da essere utilizzato per il titolo.
Protagonisti: Massimo Troisi e Lello Arena

Colazione da Tiffany

cinema e caffè

Diretto da Blake Edwards.
Film basato sull’omonimo romanzo di Truman Capote ed interpretato dalla bravissima Audrey Hepburn che in una delle scene più famose del film fissa una vetrina con un dolce e una tazza di caffè caldo.

Twin Peaks

cinema e caffè

Telefilm diretto da David Lynch.
In una cittadina viene trovato il cadavere di una giovane ragazza ed ecco che arriva in città l’agente Dale Cooper – interpretato da Kyle MacLachlan – un vero cultore del caffè.

 

Tutto quello che non sapevi sul caffè

Sei pronto a leggere tutto quello che non sapevi sul caffè?

Sapevi che è la bevanda più consumata in assoluto dopo l’acqua? Il caffè, difatti viene bevuto in qualsiasi parte del mondo, quasi tutti conosciamo le sue proprietà, benefiche e non. Ma in pochi sanno invece qualche piccola curiosità di questa bevanda che tanto piace.

Rimanendo nella categoria delle proprietà non benefiche, sicuramente tutti sappiamo che il caffè bevuto in quantità esagerate può provocare problemi alla salute. Ma sapete che per certi versi il caffè non solo provoca malanni, ma è anche un composto velenoso? Ebbene si! Se viene preso in dosi eccessive, parliamo di almeno 70/80 tazze o bicchieri di caffè assunti durante l’arco della giornata, può essere molto nocivo, causando in certi casi anche arresti cardiaci.

E sapevate invece, che il caffè viene consumato di più nei paesi freddi? Per esempio nelle regioni del Nord Europa si consuma molto più caffè rispetto all’area euro-mediterranea.

Sebbene il caffè per certi versi sia nocivo per il corpo umano, per tanti altri invece risulta essere un buon medicinale. Difatti uno studio del 2008 dell’Università di Lund (Svezia), ha dato dimostrazione sull’effetto terapeutico che il caffè avrebbe sul cancro al seno.
Mentre nel 2011, un’altra università, la Harvard School of Public Health ha condotto uno studio su 48.000 uomini, con risultati positivi; bevendo sei o più tazze al giorno di caffè si potrebbe ridurre il rischio di cancro alla prostata.
Alcune persone il caffè non lo assumono bevendo ma, proprio per gli effetti medici che ha il caffè contro il cancro, spesso viene somministrato con delle iniezioni.

Altri studi svolti relativamente agli effetti che la caffeina può avere sull’organismo, per quanto possa sembrare strano, in alcuni casi il caffè può anche fungere da ottimo antidepressivo.

Una delle curiosità più ambigue, infatti, è proprio quella di essere stato definito dalla Chiesa “ la bevanda del diavolo” . Ciò è dato proprio per le proprietà eccitanti che contiene il caffè, tanto che, per molti anni è stato utilizzato come bevanda da taverna.

Per quanto riguarda gli sportivi, il caffè rappresenta un’ottima fonte di energia. Uno studio dell’Università del Queensland, ha dimostrato come 14 ciclisti, dopo aver consumato il caffè almeno un’ora prima di una gara, abbiano migliorato notevolmente le proprie performance.

Credevate che il caffè decaffeinato, fosse davvero senza caffeina? Non è così! Esiste solo una variante di caffè decaffeinato: la Coffea charrieriana, del Camerun. Tutti gli altri tipi di caffè vengono decaffeinati artificialmente, proprio perché è impossibile eliminare totalmente la caffeina.
Uno studio condotto dall’Università della Florida, rende noto che in 8/10 tazze di caffè decaffeinato, si trova la stessa percentuale di caffeina contenuta in una o due tazze di caffè normale.

Sai perché il caffè bevuto a Napoli risulta essere più forte? Ovviamente tutto dipende dal tipo di miscela: se si prendono in considerazione l’arabica e la robusta, notiamo che quella arabica contiene meno caffeina rispetto quella robusta, che invece ne contiene addirittura il doppio. Anche il tipo di tostatura può rendere il caffè più forte e dal sapore più intenso.

E ora, se anche tu hai qualche segreto sul caffè da svelarci, tienici aggiornati!

www.caffepompeii.it